Kronos la synth worstation KORG più potente di sempre

Tutti i modelli della Synth Workstation KRONOS


KRONOS è il risultato di un processo tecnologico e creativo di KORG attuato per soddisfare le richieste dei più esigenti esecutori e produttori musicali di tutto il mondo, ed incarna più di 50 anni di ricerca tecnologica, artistica ed esperienza di produzione. Con nove sistemi di sintesi indipendenti e una completa dotazione di strumenti di creazione musicale, KRONOS è semplicemente il sintetizzatore più versatile mai realizzato.

Le tecniche di generazione multipla del suono di KRONOS rappresentano l'apice dell’ingegneria software applicata agli strumenti musicali. Gli effetti aprono le porte ad ogni tipo di elaborazione audio sia dei suoni interni che dei segnali esterni, con risultati entusiasmanti. Il sequencer interno in grado di registrare sia audio che MIDI, mette a disposizione in modo estremamente efficiente, prestazioni tipiche da studio di registrazione in una piattaforma portatile. I controlli fisici comprendono una estesa superficie di controllo, doppio Joystick, Ribbon Controller, una fantastica tastiera, ed il rivoluzionario display a colori KORG TouchView™ con la nuova funzione Tap-&-Drag.

KRONOS integra al meglio tutte queste risorse musicali e tecnologiche in un unico strumento, e non teme alcun confronto ne con installazioni software ne con piattaforme hardware, e possiede prestazioni esclusive che finora si potevano solo sognare, come la Smooth Sound Transition che permette di selezionare le risorse sonore dello strumento (Program, Combi, Song) senza interruzione del suono o degli effetti. O le SetList in cui memorizzare tutte le impostazioni personalizzate (risorse musicali, note operative ecc.), necessarie per una Performance, con la possibilità di organizzarle in modo chiaro ed efficiente sul Display, richiamandole istantaneamente all’occorrenza. Inoltre, collegare i cavi di patch virtuali, selezionare i suoni, modificare gli inviluppi, le sequenze ecc. il tutto utilizzando il display a colori TouchView otto pollici. Aggiungete a tutto ciò funzioni come: KARMA, e le Drum Track, incredibili strumenti di ausilio alla composizione musicale; Wave Sequence, i filtri Vintage di MS-20 ed il tipico Chorus del Polysix incredibilmente ricco. Solo KORG infine può vantare i migliori team di sound-designer e programmatori del pianeta, per dotare i propri strumenti di suoni sempre più innovativi e all’avanguardia.

Clicca qui per info o acquisto della versione a 61 tasti.

Che cos'è una Synth Workstation?

Con il termine Synth o Music Workstation viene definita una classe di strumenti digitali a tastiera la cui introduzione è attribuita proprio al marchio KORG con il mitico M1 verso il finire degli anni ’80, 1988 per la precisione.

Viene così definito una tastiera composta in pratica da tre sezioni distinte ed integrate: un generatore sonoro multi timbrico, cioè in grado di produrre più suoni diversi contemporaneamente, un DSP processor, cioè un generatore di effetti (riverberi, echi, delay, chorus ecc.), ed un Sequencer, cioè una unità in grado di memorizzare sequenze di eventi MIDI come: note, controlli, ecc. e ovviamente una tastiera.

Per capire il successo epocale di una Workstation come KORG M1, dobbiamo fare un minimo di storia e risalire agli albori dei sistemi MIDI, quando per creare un brano era necessario ricorrere al collegamento di più tastiere e generatori, spesso non multi timbrici e con articolazione polifonica limitata, con mixer ed effetti per la parte audio; e computer o Sequencer dedicato per la realizzazione delle sequenze. Un modo non proprio alla portata di tutti i musicisti o produttori per complessità, costo e complicazioni di varia natura! La comparsa di una Synth Workstation integrata come M1, è stata una rivoluzione vera e propria perché era possibile finalmente realizzare un brano completo in tutte le parti effetti e mixaggio compreso, all’interno dello stesso strumento, senza collegamenti ad apparecchiature esterne e in cui ogni modifica ai vari parametri musicali e tecnici era logica e intuitiva; questo ha agevolato non poco la creazione musicale, avvicinando nello stesso tempo molti neofiti nel campo degli strumenti digitali.

Clicca qui per info o acquisto della versione a 73 tasti.

A M1 si sono avvicendati multi strumenti KORG rimasti nella storia della musica elettronica recente come:

Ognuno con caratteristiche evolutive ed innovative spiccate, maggiore potenza di generazione sonora in termini articolazione polifonica, memoria PCM per i suoni, possibilità di importazione di campioni personali, utilizzo di diversi tipi di sintesi, Locazioni per i suoni, Sequencer con maggiori capacità di memorizzazione, interfacciamento con i computer, interfaccia utente sempre più evoluta.


Perché dovrei usare una workstation?

Una Workstation ti permette sempre di operare in mobilità in modo indipendente, se sei un musicista che si sposta spesso, per session, prove, tour ecc. una workstation ti permette sempre di fissare le tue idee musicali in pochi minuti, ed in ogni luogo, per realizzare arrangiamenti, idee per brani musicali, Beat e Groove che possono poi essere trasferiti in studio per poterli finalizzare. Il tutto senza complicati collegamenti, in un ambiente di programmazione facile e logico, con suoni ed effetti moderni di alta qualità audio e timbrica, integrabili con sample personali. Naturalmente è possibile usare ogni workstation come un normale e performante Synth all’interno di qualsiasi contesto musicale live o studio, in una Band in orchestra.


Le Workstation KORG che registrano anche l'Audio

Alcuni modelli di Workstation KORG come KRONOS e NAUTILUS integrano nel loro sistema un Audio Recorder Multitraccia, che ha permesso di superare l’ultima barriera nel campo della produzione musicale, cioè poter registrare non solo tracce MIDI ma anche sorgenti esterne come voci, chitarre, bassi o altri strumenti reali, direttamente sull’SSD (Solid State Disk) interno. A questo si aggiunge anche la possibilità di editarle e processarle con gli effetti interni e mixarle con le tracce MIDI, fino al raggiungimento di un Master audio vero e proprio. Questo vuol dire che è in pratica possibile realizzare un brano o un arrangiamento intero senza dover ricorrere a DAW (Digital Audio Workstation) esterne; con le quali peraltro è sempre possibile integrarsi per il completamento o l’inserimento di dettagli nei brani registrati.

A questa categoria appartiene anche la piccola ma potente KROSS2, anche se non possiede un HD Recorder vero e proprio, ma un ingegnoso e pratico sistema SOS (Sound On Sound), che registra direttamente sull’SD Card interna, con la possibilità comunque di registrare e sovrapporre sorgenti esterne alle proprie basi MIDI.


Le differenze tra registrazione MIDI ed Audio

Come abbiamo appena visto le Workstation KORG possiedono un’unità di registrazione dati chiamata: Sequencer, che permette di registrare e modificare e salvare in vari modi sia i suoni interni dello strumento, sia segnali audio esterni come: voci, strumenti solisti, chitarre ecc.

Nel caso in cui registriamo usando i suoni selezionati dal database interno dello strumento, posti su varie tracce (fino a 16), memorizziamo in pratica i loro dati di esecuzione e controllo: le note premute, Volume, Pan, Sustain, Expression ecc., e non il segnale audio. Questo ci consente di eseguire modifiche (Edit) sugli eventi registrati, come ad esempio cancellare note errate, modificare la loro dinamica; o sul suono: cambiare un timbro di piano acustico con uno elettrico, ecc. Fino al raggiungimento del risultato voluto.

Registrando invece segnali audio esterni questi sono digitalizzati con un sistema di conversione ad alta qualità, e memorizzati sul dispositivo di Mass Storage dello strumento: SSD interno o SD Card; anche questi ovviamente possono subire delle modifiche come il taglio, la copia, la cancellazione ecc. Ma vista la loro natura, in modo ovviamente diverso rispetto al MIDI.

Anche le tracce MIDI possono poi essere acquisite in audio con un avanzato sistema di resampling interno per poter essere mixate insieme alle tracce Audio per il confezionamento del Master finale, cioè il file che ascolteremo nei nostri Device.

Clicca qui per info o acquisto della versione a 88 tasti.


KRONOS 2 model - 61

KRONOS 2 model - 61

KRONOS 2-61 Synth Workstation, tast. 61 tasti con Aftertouch, 9 generatori: SGX-2, EP-1 MDS, CX-3, HD-1, MS-20EX, PolysixEX, AL-1, MOD-7, STR-1, 2.560 Progr., 1.792 Combi, 12 Insert FX, 2 Master FX, 2 Total FX, 185 Tipi, cambio suoni senza interruzione, Display TFT TouchView 8’’ , Karma, Set List, Drum Track, Sequencer Audio/Midi 16 tracce, controlli: 2 Joysticks, Ribbon, 8 knobs, 9 Slider, 16 Tasti, porte MIDI e USB (A/B).

KRONOS2-61 TI

KRONOS2-61 TI

KRONOS2-61 TI Edizione tiratura limitata, finitura Titanio, include la libreria "Italian Grand Piano"; Tast. 61 tasti con A.Touch, 9 sistemi di sintesi, 2.560 Program, 1.792 Combi, FX: 12 Insert, 2 Master, 2 Total, 185 Tipi. Cambio suoni senza interruzione, Display TFT TouchView 8’’, Karma, Set List, Drum Track, Sequencer Audio/Midi 16+16 tracce, controlli estesi, porte MIDI e USB (A/B).

KRONOS 2 model - 73

KRONOS 2 model - 73

KRONOS 2-73 Synth Workstation, tast. 73 tasti pesati e Aftertouch, 9 generatori: SGX-2, EP-1 MDS, CX-3, HD-1, MS-20EX, PolysixEX, AL-1, MOD-7, STR-1, 2.560 Progr., 1.792 Combi, 12 Insert FX, 2 Master FX, 2 Total FX, 185 Tipi, cambio suoni senza interruzione, Display TFT TouchView 8’’ , Karma, Set List, Drum Track, Sequencer Audio/Midi 16 tracce, controlli: 2 Joysticks, Ribbon, 8 knobs, 9 Slider, 16 Tasti, porte MIDI e USB (A/B).

KRONOS 2 model - 88

KRONOS 2 model - 88

KRONOS 2-88 Synth Workstation, tast. 88 tasti pesati e Aftertouch, 9 generatori: SGX-2, EP-1, MDS, CX-3, HD-1, MS-20EX, PolysixEX, AL-1, MOD-7, STR-1, 2.560 Progr., 1.792 Combi, 12 Insert FX, 2 Master FX, 2 Total FX, 185 Tipi, cambio suoni senza interruzione, Display TFT TouchView 8", Karma, Set List, Drum Track, Sequencer Audio/Midi 16 tracce, controlli: 2 Joysticks, Ribbon, 8 Knobs, 9 Slider, 16 Tasti, porte MIDI e USB (A/B).

KRONOS 2-88-LS

KRONOS 2-88-LS

KRONOS LS Synth Workstation, tast. 88 tasti Light Touch, 9 generatori: SGX-2, EP-1 MDS, CX-3, HD-1, MS-20EX, PolysixEX, AL-1, MOD-7, STR-1, 2.560 Progr., 1.792 Combi, 12 Insert FX, 2 Master FX, 2 Total FX, 185 Tipi, cambio suoni senza interruzione, Display TFT TouchView 8’’, Karma, Set List, Drum Track, Sequencer Audio/Midi 16 tracce, controlli: 2 Joysticks, Ribbon, 8 knobs, 9 Slider, 16 Tasti, porte MIDI e USB (A/B).

Hard Case per Kronos 2 - 61 tasti

Hard Case per Kronos 2 - 61 tasti

Custodia rigida specifica per Kronos 61 - 2015

Hard Case per Kronos 2 - 73

Hard Case per Kronos 2 - 73

Custodia rigida specifica per Kronos 73 - 2015

Hard Case per Kronos 2 - 88

Hard Case per Kronos 2 - 88

Custodia rigida specifica per Kronos 88 - 2015

Nuovo aggiornamento del firmware di Korg Kronos

Nuovo aggiornamento del firmware di Korg Kronos

Correzione di bug, ottimizzazione nel funzionamento in questa nuova release di sistema operativo vers. 3.1.3 per KORG KRONOS

Loading